Cash Game Analysis – Una mano giocata da Luca ‘easypush777′ Troisi

La nostra rubrica del sabato dedicata al cash game ospita oggi Luca ‘easypush777′ Troisi, cash gamer NL100 e 200 che non disdegna qualche sortita in MTT. E allo ZOOM NL50.

Ed è proprio uno spot giocato nella disciplina da ‘fast fold’ quello preso in esame quest’oggi.

Andiamo a vedere la mano in questione grazie al boomreplayer e proviamo a entrare nella testa dell’irpino:

Dopo il fold di Utg ed mp, Luca (stack 114.21€) apre a 1.25€ da cutoff. Bottone (stack 81.96€) tribetta 4€. Passano i blinds e Luca opta per un semplice call.

Una scelta discretamente atipica, fatta con ogni probabilità su misura sull’avversario. 4-bettando, Troisi farebbe passare tutto il range ‘finto’, limitandosi al call cela la forza della sua mano e pur giocando fuori posizione conta sulla propria ‘lettura post flop‘.

Il flop recita JA6. Luca checka, oppo c-betta 5.50€ ‘easypush777′ chiama. Quell’A, ovviamente, non è bellissimo, ma dopo aver underreppato la sua coppia di dame pre, Troisi non può esimersi dal call in questa prima street.

Turn 8. Checka Luca, second barrell 11.25€ del bottone. Qui la situazione si complica enormemente. Tendenzialmente è sempre fold, visto che botttone può comodamente rappresentare mani come A-K, A-A, J-J, (A-Q). Il board presenta però un doppio flush draw e questa seconda puntata potrebbe talvolta essere fatta con un combodraw che cerca di fare leva sulla tribet pre e su quell’A flop per far foldare Troisi. Le info sembrano dunque indispensabili per poter chiamare questa second barrell. Callando, Luca rappresenta a questo punto molta più forza di quanto in realtà valgano quelle donne. A carte coperte ipotizzeremo abbia sempre qualcosa come A-K o A-Q.

River: K Non bene.

Luca bussa per la terza volta, oppo betta 26,50€. Il 95% dei player non ci penserebbe nemmeno un istante. E’ un fold, facile. Invece Luca percepisce che il suo avversario è davvero polarizzato dopo questa bet bet bet. Per i ragionamenti fatti turn, il K è una carta che lo spaventa, ma fino a un certo punto. K-K non dovrebbe mai essere presente. A-K era già avanti. Si chiude Q-10, ma Luca blockera questa ipotetica combo. Restano dunque A-A, A-K e J-J, assolutamente compatibili con la linea tenuta. Un K-x (ipotetico combo draw a fiori o picche) farebbe molto spesso check back. E’ chiaro che l’history abbia avuto un ruolo determinante in questa situazione perché il call può difficilmente essere ritenuto +EV, ma le qualità di un player emergono proprio in questo genere di situazioni. Luca sa bene che quella texture è perfetta per essere tribarrellata e il range di bluff del suo avversario non è così stretto.

Troisi opta dunque per un super call, trovando il suo avversario con 69, una combo draw turn non concretizzatasi river.

Che ne pensate di questo spot? Sceriffata educativa o fine thinking process a supporto della linea tenuta da ‘easypush777’? Sbizzaritevi sulla nostra pagina Facebook!

 

L’articolo Cash Game Analysis – Una mano giocata da Luca ‘easypush777′ Troisi sembra essere il primo su Italiapokerclub.

Disavventura SCOOP per Phil Galfond: non sente la sveglia e viene eliminato in heads-up

Si è concluso in maniera tragicomica l’evento 17-H dello SCOOP 2016 sul ‘dot com’ per Phil Galfond. Il player americano si era qualificato tra i quattro left del final day ma non ha sentito la sveglia ed è stato malamente elminato!

Nell’evento in questione si è giocato a Pot Limit Omaha per un buy-in di 2.100$. Gli iscritti erano inizialmente 175 e il montepremi ha raggiunto quota 350.000$.

Il dramma di Phil Galfond è avvenuto questa notte in diretta su Twitter ed è iniziato quando Farah Galfond sua moglie) ieri sera ha scritto: “Beh, ragazzi, non sono a casa e sono abbastanza sicura che Phil stia dormendo nonostante la sveglia, quindi GG“.

Ci ha pensato Stephanie Stern a fiondarsi quasi subito a casa Galfond per svegliare Phil e consentirgli di giocare almeno uno spezzione del suo final day SCOOP.

Phil è riuscito a connettersi solo 18 minuti dopo lo start del suo heads-up delle semifinali. L’avversario tedesco ‘RaulGonzalez‘ nel frattempo si era portato in vantaggio con facili piattini uncontested.

Alla fine Galfond si è ritrovato a pushare appena 12 bui su un flop 448. L’americano ha mostrato allo showdown 86K5f] contro QKA8 del tedesco.

Entrambi hanno dunque esibito doppia coppia ma RaulGonzalez poteva contare su carte migliori. Il turn Q ha peggiorato la situazione per Galfond e l’inutile river 5 ha chiuso definitivamente la sfida.

Galfond ha incassato 35.000$ così come lo svedese ‘Lena900′. Nell’heads-up finale ‘RaulGonzalez’ ha vinto 105.000$ superando anche il britannico ‘Mafews’, il quale si è accontentato di 63.000$.

Non sappiamo ovviamente come sarebbe andata a finire per Galfond se fosse riuscito a svegliarsi in tempo, ma sicuramente gli resterà per sempre il rammarico di questi 70.000$ di differenza che avrebbe potuto vincere… Non sono affatto pochi!

Su Twitter comunque Galfond ha ringraziato Farah e Stephanie che si sono mobilitate per fargli giocare il suo day 2. La moglie Farah gli ha già anticipato cosa gli regalerà al prossimo anniversario: una sveglia nuova!

 

SCOOP-17-H
$2,100 PLO [HU] – $150K Gtd
Entries: 175
Prizepool: $350,000
ITM: 16
1. RaúlGonzalez (Germania) $105,000
2. Mafews (UK) $63,000
3. Lena900 (Svezia) $35,000
4. Phil ‘MrSweets28′ Galfond (Canada) $35,000
5. GlassOfBeer (Finlandia) $14,000
6. Nacho ‘PokerLoans1′ Barbero (Argentina) $14,000
7. Fresh_oO_d (Germania) $14,000
8. Admiral19793 (Russia) $14,000

L’articolo Disavventura SCOOP per Phil Galfond: non sente la sveglia e viene eliminato in heads-up sembra essere il primo su Italiapokerclub.

WPT Amsterdam – Giacomo Fundarò sfiora i premi, Zinno cerca il quarto titolo al final table

Uno dopo l’altro hanno alzato bandiera bianca i giocatori italiani al WPT Amsterdam e purtroppo alla fine nessuno di loro è riuscito a piazzare la bandierina.

L’ultima speranza azzurra era costituita da Giacomo Fundarò. Il player siciliano però alla prima mano del Day 3 è stato eliminato in un colpo dominato: K10 nulla ha potuto contro KQ su un board 10-5-10-K-A.

Fundarò partiva ieri ultimo nel count a pochi passi dalla bolla con appena cinque bui e non è riuscito dunque a compiere il piccolo miracolo.

Yiannia Liperis è stato il bubble boy del Main Event pushando uno stack ridicolo di 6.000 con K6 e trovando Joep van den Bijgaart’s con coppia di 2 in mano. Il board J-Q-J-2-10 ha fatto gioire i 36 ITM nella capitale olandese.

Il belga Pierre Neuville ha messo a segno un incredibile risultato centrando il suo 100° ITM in tornei live della carriera! Neuville è stato bustato al WPT subito dopo lo scoppio della bolla. Ora si preparerà per Las Vegas, dove è stato November Nine alle WSOP nel 2015.

Jason Wheeler ha chiuso 31° eliminato con A-10 contro A-J di Pyzara, il quale invece è uscito 17°. Marcel Luske si è piazzato 12° incassando 14.680€. È uscito in flip con A-Q contro 4-4 di Cakmak.

Joep van den Bijgaart, colui che ha fatto scoppiare la bolla, è stato protagonista anche alla fine del day 3: è lui infatti l’ultimo eliminato, out 7° per 33.558€ di premio. Le sue dame sono state brutalmente scoppiate da 4-6 suited di Andrejevic che ha floppato doppia.

Ora al final table comanda proprio il serbo Andjelko Andrejevic con oltre 3 milioni di chips. Deve stare attento al ceco Tomas Fara e all’americano Anthony Zinno, uno che al WPT ha già vinto tre titoli!

Questo pomeriggio dalle 14:30 Zinno cercherà di scrivere un nuovo capitolo di storia pokeristica. Completano il quadro dei finalisti il francese Emrah Cakmak, l’olandese Hans Bosman e il britannico Senh Ung.

 

count-wpt

 

Vi lasciamo con l’intervista realizzata da Remko Rinkema al belga Pierre Neuville. La pronuncia inglese del belga non è proprio perfetta, ma chi se ne importa! Cento ITM non è roba per tutti!

 

https://www.youtube.com/watch?time_continue=35&v=JupdAccQ9pk

L’articolo WPT Amsterdam – Giacomo Fundarò sfiora i premi, Zinno cerca il quarto titolo al final table sembra essere il primo su Italiapokerclub.

IPT Saint Vincent – Bendinelli mattatore nel day1B! Bene Luca Pagano

Dopo un day1A non indimenticabile in termini di numeri, appena 58 iscritti nella giornata di ieri, l’Italian Poker Tour di Saint Vincent ingrana la quarta e accoglie ben 202 players per il day1b, facendo schizzare il numero dei partecipanti a quota 260.

Protagonista assoluta nella giornata di ieri un redivivo Giuliano Bendinelli, capace di trasformare le 25.000 di partenza in ben 178.700, appena 300 in più del chipleader del day1A Aris Theodoridis.

Il genovese guiderà dunque la truppa dei 136 giocatori passati al day2.

Nel venerdì valdostano brilla anche Giuliano Caridi, secondo nel count di giornata, quarto in quello complessivo, grazie a uno stack da 127.000 gettoni.

Bene anche l’uomo simbolo del circuito e di PokerStars Italia, Luca Pagano: lo storico Team Pro è riuscito a triplicare la sua posta di partenza imbustando 87.500 chips, che gli valgono la 12esima piazza provvisoria.

paganooo

Da segnalare anche le performance di Francesco De Vivo (87.300), Enrico Mosca (68.000), Leonardo Parmiggiani (69.600) e Fabio Scepi (56.300).

Meno brillanti, ma ancora in piena corsa anche tanti altri regular live e online quali Claudio Di Giacomo (46.700), Liwei Sun (44.700), Federico Piroddi (32.700), Andrea Benelli (31.500) e Sergio Castelluccio (16.100).

Niente da fare, invece, per Alessandro Giordano, Nicolaj D’Antoni, Carlo Savinelli, Tommaso Briotti, Andrea Crobu e Denis Karakashi.

L’appuntamento con il day2 è per quest’oggi alle 14.00.

Top 10 chipcount (Day1A+Day1B)

1 – Giuliano Bendinelli 178.700
2 – Aristidis Theodoridis 178.500
3 – Daniela Parotti  160.000
4 – Giuseppe Caridi 127.000
5 – Ettore Nazzari 114.300
6 – Davide Greco  110.900
7 – Marco Monello 102.500
8 – Licurgo Boccardi  95.500
9 – Massimo Fata 92.100
10 – Mohamad El Rais 92.000

 

L’articolo IPT Saint Vincent – Bendinelli mattatore nel day1B! Bene Luca Pagano sembra essere il primo su Italiapokerclub.

Max Pescatori: “Alle WSOP come sempre focus sui Mixed Game, nella GPL dobbiamo ingranare…”

Federico Petruzzelli, Rocco Palumbo, Davide Suriano, Dario Sammartino

La truppa italiana sta scaldando i motori per la lunga trasferta a Las Vegas in occasione della 47ª edizione delle World Series Of Poker.

Alcuni, come RoccoGe o zizinhooo hanno già coronato il sogno di cingersi al polso il braccialetto d’oro, mentre altri sono già pronti a giocare tutte le carte che hanno per ottenere lo stesso risultato. Il risultato che chiunque sogna.

Chi non ha nulla da invidiare a nessuno a proposito di braccialetti è il nostro pirata italiano Max Pescatori, che con le sue quattro vittorie (di cui due ottenute l’anno scorso) è il recordman Europeo al momento.

Questo ovviamente non vuol dire che il Pesca può stare rilassato… Anzi anche quest’anno i suoi piani per Vegas sono già stati stilati, e anche quest’anno si schiererà ai tornei +Ev in fatto di braccialetti, le solite varianti che tanto ama:

“Arriverò lì per l’inizio delle World Series, e ovviamente giocherò come al solito tutti i tornei nei quali mi trovo meglio, ovvero i Mixed Game. Non so se farò il Colossus perché è veramente pesante, anche se questa volta passeranno diversi giorni prima che parta un torneo interessante… l’altro anno ad esempio c’era un Omaha Hi Lo -mi sembra- negli stessi giorni del Colossus e non volevo giocarli entrambi.”

Se ai tornei di varianti (con field inferiori e solitamente più affrontabili) è molto più facile arrivare al braccialetto, al Colossus, anche detto “Il torneo dei record“, è un’impresa che rasenta l’impossibile. Anche se qualcuno alla fine dovrà pur vincerlo.

Il Pesca oltre ad essere uno dei più rappresentativi giocatori italiani, è anche il leader di una franchigia Global Poker League, che schiera Sammartino, Adams, Treccarichi, Brunson e quel Kanit che ha combattuto a lungo per il primo posto nella Italy All Time Money List proprio contro Max.

Vediamo se il Pirata Italiano ha trovato la grinta giusta per la rimonta italiana, e soprattutto se avrà problemi a far coincidere la GPL con le WSOP

“Per quanto riguarda la GPL non sarà un grosso problema, perché d’estate la Global Poker League partirà prima dei tornei delle WSOP, circa alle 11 del mattino, ma soprattutto ci sarà un match al giorno. Giocheremo una volta alla settimana, per un totale di tre o quattro volte al massimo nelle quali io comunque non giocherò. Speriamo di riuscire a recuperare a partire da subito, perché non è possibile fare una sola vittoria in sei settimane, veramente brutto… I nostri top peak adesso devono dimostrare di essere riusciti a smaltire la sfortuna e cercare di vincere qualcosa!”

L’articolo Max Pescatori: “Alle WSOP come sempre focus sui Mixed Game, nella GPL dobbiamo ingranare…” sembra essere il primo su Italiapokerclub.

GPL week 6 – Gli Imperatori agganciano gli Orsi… New York e Mosca comandano

Settimana con più luci che ombre per i Rome Emperors alla Global Poker League.

Il team azzurro guidato da Max Pescatori ha collezionato 10 punti grazie alle performance del capitano e della punta di diamante, la number #1 overall pick, Mustapha Kanit, sugli scudi nel testa a testa contro George Danzer dei Paris Aviators.

Gli imperatori appaiono in classifica, a 51 punti, i Berlin Bears di Philipp Gruissem. Restano però piuttosto lontani i Moscow Wolverines di Anatoly Filatov che guidano il giorne EURASIA a quota 82. Seguono, pari merito, Paris Aviators e London Royals a 68 e la ‘cenerentola’ Hong Kong Stars a 58.

Il girone AMERICAS sorride invece ai Montreal Nationals che conquistano la bellezza di 21 punti, portandosi sedondi a quota 71, ad un solo punto dalla capolista New York Rounders. Il team di Bryn Kenney, dopo un 6-max non entusiasmante, si è immediatamente ripresa grazie al suo capitano che ha schiantato Jonathan Jaffe dei San Francisco Rush in heads-up con un 3-0 secco.

holzdue

Fedor Holz

Nell’ultimo heads-up del girone, show assoluto di Fedor Holz: il tedesco dei Los Angeles Sunset batte Jonathan Duhamel dei Las Vegas Moneymakers 3-0, regalando 9 importantissimi punti al team di Maria Ho, ora terzo a 68.

Queste le graduatorie al termine della sesta settimana di giochi:

EURASIA:

eura

AMERICAS:

ane

La grande competizione riprende martedì con il consueto format 6-max. Chi scenderà in campo per i Rome Emperors? Riusciranno gli azzurri a risalire la china? Segui tutta la GPL con noi!

L’articolo GPL week 6 – Gli Imperatori agganciano gli Orsi… New York e Mosca comandano sembra essere il primo su Italiapokerclub.

EPT High roller review – Schemion pusha, Kanit passa le dame preflop!

Nell’ultimo, straordinario risultato centrato da Mustapha Kanit, secondo classificato al Super High Roller EPT di Montecarlo per 1.462.000€, l’azzurro ha spostato i confini dei livelli di pensiero un po’ più in là.

Nella fase 6-handed Musta è infatti riuscito a passare coppia di donne preflop, riuscendo a schivare i cowboys di Ole Schemion.

L’action è ultrastrong, ma se teniamo conto del metagame che intercorre tra questi fenomeni, il fold di Kanit risulta a dir poco fenomenale.

Nella mano in questione Schemion apre da Utg a 135.000 con KK, Igor Kurganov tribetta a 335.000 con KQ, Musta cold 4-betta da small blind a 835.000 con QQ. La parola torna dunque al tedesco che opta per un 5-bet shove da 2.055.000! Passa Kurganov (quella storiella dei blocker stavolta proprio non ha funzionato!) e tutti gli spettatori dello streaming sono pronti allo snap-call e allo showdown tra i due…

Kanit, invece, storce la bocca e inizia a meditare sul da farsi. Conta e riconta il suo stack, controlla il tabellone per capire quando scatterà il nuovo livello di gioco e con quanti blinds resterebbe qualora dovesse perdere il colpo, con quanti qualora foldasse, confronta il suo stack con quello degli altri giocatori al tavolo, prende le chips, sembra metterle, ma dopo circa 4 minuti di riflessioni decide di passare la terza miglior starting hand del giochino!

Andrea Borea e Antonio Graziano restano letteralmente allibiti, i commentatori inglesi esclamano in coro un “OMG!” e quelli tedeschi, che pregustavano un comodo double-up per il loro alfiere, per poi restare letteralmente scioccati dal fold di Mustacchione.

Eccovi dunque il replay dello spot in questione, con lo streaming dei colleghi teutonici:

//www.youtube.com/watch?v=f6W6eMWLZ1g

L’articolo EPT High roller review – Schemion pusha, Kanit passa le dame preflop! sembra essere il primo su Italiapokerclub.

Casinò Accumulator su PokerStars: in palio 29.000€ in Freeroll di Texas Hold’Em!

Dal 12 al 18 maggio giocare al Casinò di PokerStars è ancora più divertente!

La promozione “Casinò Accumulator” ti dà infatti la possibilità di avventurarti gratuitamente nel mondo del poker: mentre ti diverti al Casinò potrai conquistare l’accesso a una serie di Freeroll che mettono in palio un montepremi garantito complessivo di ben 29.000€!

Partecipare è davvero facile: per iniziare, dopo aver effettuato il login su PokerStars.it , clicca sul tasto “Le mie missioni” che trovi in alto a destra nella lobby, e successivamente apri la pagina dedicata alla promo “Casinò Accumulator”.

casino accumulator pokerstars screen

Successivamente clicca su INIZIA sia per attivare la missione giornaliera (che di volta in volta riconoscerai con la dicitura “day 1″, “day 2″ ecc.), sia per visionare lo stato della missione settimanale denominata “Casinò Accumulator – Challenge Completate”.

Ripeti questa operazione ogni giorno, considerando che le 24 ore promozionali vanno dalle ore 12.00 alle ore 11.59 del giorno successivo.

missioni casino accumulator pokerstars

A questo punto non ti resta che iniziare a giocare nel Casinò di PokerStars.

Ogni giorno, effettuando puntate per almeno 200€, potrai partecipare a un torneo Heads Up All-in Shootout con un montepremi garantito di ben 2000€!

Si tratta di tornei di poker texas hold’em in cui sfidi i tuoi avversari in una serie di testa a testa che prevedono degli All-in preflop automatici, fino a quando resta un solo superstite, il vincitore. Ovviamente ci sono premi non solo per il primo, ma anche per altri piazzamenti. L’ultimo torneo della promo è previsto per il 19 maggio, vale a dire al termine della missione che inizia il 18 maggio.

Ma c’è di più! Qualificandoti a un torneo Heads Up All-in Shootout per almeno 3 giorni, infatti, ottieni il ticket per il torneo multistack “Finale Casinò Accumulator” con un montepremi garantito di ben 15.000€!

Questo speciale torneo è in programma il 21 maggio alle ore 21.30 e darà ai partecipanti uno stack-base di 3000 chips, ma hai la possibilità di incrementare il tuo stack di 2000 chips, per ogni giorno oltre il terzo in cui ti qualificherai a un torneo giornaliero Heads Up All-in Shootout !

Tutti i premi vinti sono da intendersi come euro bonus da giocare almeno una volta per essere prelevati.

Cosa aspetti? Iscriviti a PokerStars e inizia a giocare al Casinò per mettere le mani sulla tua parte del montepremi complessivo di 29.000€!

L’articolo Casinò Accumulator su PokerStars: in palio 29.000€ in Freeroll di Texas Hold’Em! sembra essere il primo su Italiapokerclub.

“PokerStars vuole la liquidità condivisa!” Marco Trucco spiega i piani della picca per l’allargamento del punto it

PokerStars scende in campo per la creazione di una liquidità condivisa.

Dopo l’ok del senato francese è una ulteriore presa di posizione davvero importante: visto il profilo quasi monopolostico sul mercato italiano, infatti, la voce della picca rossa ha il suo bel peso sull’allargamento dei confini del punto it.

Per capire meglio le intenzioni di PokerStars, e quali saranno gli step che potranno portare alla creazione di una liquidità comune con altri paesi europei a mercato regolamentato, abbiamo parlato con il CEO italiano di PokerStars Marco Trucco.

 

IPC: PokerStars mira alla liquidità internazionale: quali sono le ragioni che vi hanno portato a questa presa di posizione? Secondo le analisi di mercato che suppongo abbiate compiuto, di quanto si allargherebbe il bacino giocatori?

MT: Condividere la liquidità con altri mercati è nella natura di PokerStars, è la segregazione ad essere un’eccezione. La liquidità comune è un beneficio talmente ovvio e grande per i giocatori e per gli operatori che c’è ben poco da studiare. Per difendere l’opinione contraria c’è bisogno di arrampicarsi sugli specchi. C’è chi ci sta provando, e non è bello da vedere.

IPC: Quali sono le leve che è in vostro potere muovere per arrivare all’agognato traguardo – e quali sono gli step nel dettaglio? Quali sono invece le principali difficoltà tecniche alla unione dei mercati, e dunque alla creazione di una piattaforma comune?

MT: Siamo realistici: non abbiamo alcun potere se non quello di collaborare con i regolatori per quanto ci sarà richiesto. Di quanto si allargherebbe il mercato dipende dal perimetro di intesa tra i regolatori, non dipende da noi. Le difficoltà tecniche dipendono anche dalle scelte che vengono fatte, noi potremo – se ci sarà richiesto – suggerire delle soluzioni, ma bisogna accettare il fatto che, al di là della “semplicità tecnica” della soluzione, ci sono altre priorità.

IPC: Con AAMS avete già avviato una qualche forma di collaborazione in favore della creazione della liquidità condivisa? Se la risposta è ‘sì’, in cosa consistono?

MT: Non sono previste forme di collaborazione formali; di fatto, AAMS ricopre il ruolo di “controllore”, mentre noi siamo i “controllati”, e dobbiamo rispettare questi ruoli. Detto questo, siamo certamente disponibili a dare il nostro contributo, anche tecnico, qualora questo fosse richiesto; abbiamo acquisito grande esperienza in questi anni, grazie all’impegno profuso nello sviluppo di piattaforme – segregate o condivise che fossero – in tutto il mondo, ed è anche nostro interesse collaborare per un risultato che possa portare vantaggi a tutto l’ecosistema poker.

IPC: A livello aziendale come cambierebbero i ruoli con l’arrivo di un mercato comune? Invece sul piano della offerta di gioco cosa cambierebbe, sia lato players che lato room?

MT: Una piattaforma condivisa -ad esempio- con Francia e Spagna darebbe ai nostri giocatori un’offerta di gioco finalmente paragonabile al resto del mondo. Pensate ai garantiti, ai montepremi degli Spin & Go e alle promozioni che ci sono adesso e moltiplicateli per tre. Naturalmente è una grossa approssimazione, ed è prematuro parlare dei possibili palinsesti, premi e promozioni, ma la cosa più importante è che il poker potrebbe ricominciare a crescere spontaneamente, perché per realizzare grandi cose, in grado di attrarre nuovo pubblico, servono grandi numeri.

IPC: A suo avviso quale sarebbe lo scenario più plausibile post allargamento del mercato?

MT: Lo scenario è semplice: più scelta. Significa anche più concorrenza, ma va bene: il mercato ha bisogno di crescere, e questo avverrà solo quando anche i nostri competitor investiranno sul poker.

IPC: Casinò, scommesse, poker: su quali di questi ambiti del gioco online verte il futuro di PokerStars per riavvicinare i giocatori occasionali?

MT: Tutti e tre. Il poker, per come lo stiamo facendo evolvere, è un gioco in grado di attrarre sia gli scommettitori che gli amanti dei giochi di casinò.

IPC: Sembra proprio che quest’anno non ci sarà la terza edizione de ‘LaCasaDegliAssi’: che iniziative sono in cantiere da parte vostra sul fronte comunicazione?

MT: La Casa degli Assi 2 ha registrato ottimi ascolti, ed ha avuto un buon successo come reality, ma le condizioni della messa in onda e la struttura stessa del format, che lasciava il poker in secondo piano rispetto alla parte “reality”, hanno determinato un cambiamento di rotta per quest’anno. Abbiamo comunque altri piani in cantiere, a partire da una grande iniziativa sulla Twitch TV, che vedrà protagonisti i nostri Team PokerStars Pro, senza dimenticare “A Night with PokerStars”, il format televisivo tuttora in onda su DMAX con gli episodi di Shark Cage e i tavoli finali dell’EPT stagione 10.

 

L’articolo “PokerStars vuole la liquidità condivisa!” Marco Trucco spiega i piani della picca per l’allargamento del punto it sembra essere il primo su Italiapokerclub.

Vinci fino a 450€ a settimana giocando al casinò bwin!

Più giochi più vinci! Iniziando o continuando (se è già tua abitudine) a giocare nella sezione Casinò di bwin vieni inserito automaticamente in due speciali classifiche, che giornalmente e settimanalmente regalano bonus a chi accumula più punti.

Non è dunque richiesta nessuna particolare iscrizione per prendere parte alla competizione.

Ti basta collegarti su bwin da pc o da mobile e giocare alle slot machine nel periodo promozionale che va dal lunedì al venerdì di ogni settimana e accumulare punti promozionali. 

Ogni punto viene ottenuto puntando 10 euro alle slot machine classiche o 25 euro alle slot machine con Jackpot, come esemplifica la tabella sottostante:

tabella punti promozionali bwin

Partecipi così contemporaneamente a due competizioni: la classifica giornaliera e la classifica settimanale.

Puoi vincere bonus fino a 50€ al giorno e fino a 450€ a settimana ottenendo il massimo risultato possibile in entrambe le classifiche per tutti e 5 i giorni validi per la promozione.

La tabella seguente illustra i bonus delle due classifiche a seconda del piazzamento:

tabella classifiche slot bwin

I premi sono disponibili entro 24 ore dalla fine della promozione ma fa’ attenzione a richiederli entro 48 ore dalla loro disponibilità nella “sezione Bonus” del tuo conto, pena il loro annullamento.

I bonus hanno una restrizione di puntata per essere convertiti in denaro reale: bisogna puntare 4 volte l’importo del bonus in punti promozionali.

Ad esempio per ottenere 10€ devi prima ottenere 40 punti promozionali: dunque stando a quanto illustrato dalla prima tabella sopra, devi giocare un totale di 400€ alle slot machine classiche.

Puoi seguire il tuo andamento nel tuo conto nella sezione dedicata alla promozione.

 

Bello vero? Iscriviti subito su bwin per sfruttare le classifiche giornaliere e settimanali legate alle slot machine: puoi vincere fino a 50€ al giorno e 450€ ogni settimana!

L’articolo Vinci fino a 450€ a settimana giocando al casinò bwin! sembra essere il primo su Italiapokerclub.